Come iscriversi all’elenco dei Mediatori familiari

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

artt. 12-bis e ss. disp. att. c.p.c.

REQUISITI NECESSARI

1 - Possono ottenere l'iscrizione nell'albo coloro che rispettano i seguenti requisiti:

a) sono iscritti da almeno cinque anni a una delle associazioni professionali di mediatori familiari inserite nell'elenco tenuto presso il Ministero dello sviluppo economico;

b) sono in possesso di adeguata formazione e di specifica competenza nella disciplina giuridica della famiglia;

c) sono in possesso di adeguata formazione e di specifica competenza in materia di tutela dei minori e di violenza domestica e di genere;

d) sono di condotta morale specchiata.

 

2 - Ai fini di quanto indicato al precedente punto n. 1 lett. b) relativamente al requisito di “adeguata formazione e specifica competenza nella disciplina giuridica della famiglia”, il Comitato per la formazione dell’Elenco dei Mediatori Familiari, istituito con Decreto del Presidente del Tribunale di Belluno del 25/5/2023 n. 3156/2023, nella riunione del 7/11/2023, ha stabilito di valutare prioritariamente l’“Attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi di mediazione familiare” rilasciato dalle competenti Associazioni iscritte nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico, in corso di validità;

3 - Ai fini di quanto indicato al precedente punto n. 1 lett. c) relativamente al requisito relativo alla formazione e competenza “in materia di tutela dei minori e di violenza di genere”, il Comitato, nella richiamata riunione, ha stabilito di ritenere necessario che i candidati alleghino un Curriculum corredato da idonea documentazione, al fine di comprovare la propria specifica formazione (corsi, ecc.) e la propria adeguata competenza (esperienze professionali);

4 - Ai fini di quanto indicato al precedente punto n. 1 lett. d) relativamente al requisito della condotta morale specchiata, il Comitato ritiene di applicare la normativa prevista per l’albo dei CTU e dei periti del Tribunale, come richiamata dalla legge;

5 - il Comitato, inoltre, terrà in considerazione, ai fini dell’ammissione all’elenco dei candidati, l’esperienza professionale del mediatore familiare.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La Domanda di iscrizione, indirizzata al Presidente del Tribunale, si deposita presso la CANCELLERIA CIVILE (piano terra - tel. 0437947121 – Responsabile il Direttore Amministrativo) in duplice copia, di cui una in bollo da € 16,00 ed una in carta semplice utilizzando questo modello.

La domanda deve essere corredata dai seguenti documenti:

1) estratto dell'atto di nascita;

2) certificato generale del casellario giudiziario di data non anteriore a tre mesi dalla presentazione;

3) certificato di residenza nella circoscrizione del Tribunale;

4) certificato di iscrizione all'associazione professionale;

5) Attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi di mediazione familiare

6) i titoli e i documenti che l'aspirante intende esibire per dimostrare la sua adeguata formazione e specifica competenza come sopra indicato;

Le domande di iscrizione possono essere presentate entro e non oltre il 31/01/2024 come indicato nel comunicato per estratto del verbale del Comitato del 7/11/2023 .

Dopo l’ammissione la CANCELLERIA del Tribunale chiederà di effettuare - tramite bollettino di conto corrente postale - il versamento di € 168,00 per tassa concessioni governative intestato all’AGENZIA DELLE ENTRATE – CENTRO OPERATIVO DI PESCARA del Registro Tasse CC.GG. n. 8003 ed il deposito l’ATTESTAZIONE dell’avvenuto pagamento.

N.B.: copia della domanda e della documentazione in carta semplice deve essere consegnata dall’interessato alla Medef Italia associazione professionale dei mediatori che esercita la propria attività nel circondario del Tribunale di Belluno nonché presso la propria Associazione di appartenenza.